ORATORIO DON BOSCO - San Donà di Piave

La prima route del Noviziato

del 22 agosto 2020

Il Noviziato Monsone vive la sua prima Route all'insegna di comunità, servizio e strada...

Ciao a tutti!

Noi del Noviziato Monsone vorremmo rendervi partecipi all’esperienza che abbiamo vissuto dal 3 agosto al 9 agosto 2020: la nostra prima Route!

È un viaggio che come pilastro ha il viaggio stesso, invece dell’arrivo, ed è un’esperienza che si può vivere in modi differenti; noi abbiamo scelto di vivere questa Route trattando i tre temi cardine del roverismo: Comunità, Strada e Servizio.

 

Per fare esperienza della comunità, abbiamo avuto l’occasione di remare tutti insieme per raggiungere una meta, andando in Dragon Boat dai canottieri di Mestre. Quella giornata è stata resa ancora più intensa da un imprevisto maltempo che ci ha costretto a remare più forte in modo coeso.

Con tutte le nostre differenze di forze e pensiero siamo riusciti a salvarci dalla pioggia aiutandoci a vicenda trovando il giusto ritmo e sintonia!

 

Il secondo tema è stato trattato tramite un’uscita di tre giorni in montagna, scalando parte dell’Antelao con zaini e tende in spalla, sopportando le fatiche e cercando di metterci tutte le nostre forze, seguendo il nostro fondatore Baden Powell che diceva:

si fa molta più strada con un sorriso, piuttosto che con un brontolio”.

Grazie ad una spinta della nostra capogruppo Francesca, siamo riusciti ad esporre le nostre paure ed imparare a superarle insieme, dandoci una mano reciprocamente!

Durante questi due viaggi abbiamo discusso riguardo un macrotema, la Politica - che abbiamo definito prima di partire - per capire cosa vuol dire essere buoni cittadini analizzando il diritto di voto, capire ciò che è giusto e cos'è legge, concludendo con un’analisi delle forme di governo vigenti. Per affrontare questi argomenti, ci siamo divisi in pattuglie che in singolo organizzavano delle attività da proporre al gruppo.

 

Come ultima meta, ci siamo recati a Marghera, in particolare il quartiere della Cita, per metterci al servizio di una parte della comunità del luogo che non ha dimora. Il parroco don Nandino in questi ultimi anni ha offerto molte possibilità a queste persone, tra cui fare colazione la domenica mattina tutti insieme, scambiando due parole e magari una partita a calcio balilla.

 

Durante tutta la settimana ci ha accompagnato un altro grande argomento di riflessione: la Fede. Alcuni di noi hanno organizzato un percorso di catechesi che ci ha affiancato ogni giornata, dandoci degli spunti di riflessione. Questo, ci ha aiutato ad esprimere di giorno in giorno tutto ciò che ci è accaduto e questo ha incrementato il buon clima che c’era, di solidarietà e fiducia.

Queste esperienze ci hanno insegnato molte cose, tra cui aiutare i rifugi prendendo anche solo un caffè per sostenere le spese che li hanno assaliti durante questa crisi. Alcuni volontari a Marghera ci hanno raccontato quanto fosse difficile a delle persone senza dimora quanto è stato difficile sopravvivere durante questa crisi di Coronavirus e quindi di aiutare il prossimo senza discriminare, ricordando gli insegnamenti del Vangelo e l’articolo 3 della nostra Costituzione.

 

Vi ringraziamo per aver letto le nostre parole e pensieri e vi auguriamo una buona conclusione dell’estate!

Il Noviziato Monsone

SEGUICI SUI SOCIAL

 

       

 

ORATORIO DON BOSCO  - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - Tel. 0421 338911