ORATORIO DON BOSCO - San Donà di Piave

Unlock a New World!

del 10 maggio 2019

Excursus dal capitolo: il 24° World Scout Jamboree si avvicina!

“Organizzato per la prima volta da tre Paesi insieme, Canada, Messico e Stati Uniti, il ventiquattresimo Jamboree si terrà in West Virginia, negli Stati Uniti orientali. Si svolgerà dal 22 luglio al 2 agosto 2019 in una grande tenuta costruita dai Boy Scout of America (BSA), chiamata Bechtel Reserve, attrezzata e testata per grandi eventi; la riserva è enorme (10000 acri - 4000 ettari, 40 kmq), fino a pochi anni fa era completamente selvaggia e poco praticabile, ora è stata riorganizzata dai BSA e risulta perfettamente integrata nel paesaggio.

Il motto è «Unlock a new world» (letteralmente: libera un mondo nuovo). Il continente americano è il nuovo mondo, meta sognata e raggiunta della favolosa avventura di grandi esploratori. Il Jamboree americano offre l’opportunità per cercare e trovare insieme possibili soluzioni per i tanti problemi che «bloccano» il mondo di oggi. “

Il Jamboree 2019 «Unlock a new world» sarà dedicato alla branca E/G, tuttavia un valido supporto sarà dato dall’IST, acronimo per International Service Team, composto da ragazzi del Clan, tra cui vi è anche la nostra Irene. Lei è parte del Clan di formazione “Ponte di Veja” che comprende ragazzi del Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, Veneto ed Emilia Romagna. “Fai delle attività che sono le più svariate – racconta Irene – c’è chi aiuta i capi durante le attività con i ragazzi e chi fa altri servizi, come la raccolta differenziata o la pulizia degli ambienti comuni”.

Prendendo spunto da un’attività che lei stessa ha vissuto durante la sua formazione, abbiamo trattato il tema del “diverso”: la difficoltà che si troveranno ad affrontare i partecipanti del Jamboree sarà legata soprattutto all’incontro con ragazzi e ragazze non solo di lingue diverse, ma anche di culture, stili di vita e tradizioni differenti.

A questo punto ci siamo divisi in quattro squadre, rappresentanti quattro tribù di provenienza diversa; ognuna aveva il suo codice di comportamento che doveva rispettare (ad esempio le donne non potevano parlare lasciando invece il posto agli uomini, all’inizio della discussione ci si abbracciava, facendo un dono non si poteva accettare nulla in cambio, parlare a voce bassa…).

Quindi bisognava interagire con le altre tribù per recuperare delle cartoline cercando di osservare allo stesso tempo le nostre regole e quelle degli altri... non è stato per niente facile!!

Poi, ad ognuno di noi è stata consegnata un’immagine tratta dalle fotografie dei viaggi di Steve McCurry con il compito di riflettere su alcune domande. Chi è? Cosa sta facendo e perché? Dove si trova? Che ruolo ha? e poi, come ti relazioneresti con lui/lei? Come ti sentiresti se fossi al suo posto?

foto

Abbiamo quindi condiviso le nostre foto ed impressioni, poi Irene ci ha raccontato la vera storia dietro ad ognuna di esse, svelandole le curiosità e particolarità. Ora, sei cartellini per terra: servire, incontrare, camminare, custodire, uscire, includere… A quale di questi verbi associ la tua foto? Perché?

“Il concept: «friendship, experience, adventure». L’amicizia, la conoscenza delle culture, l’avventura per promuovere la pace, la comprensione reciproca, il rispetto.”

Detto ciò, ringraziando Irene per aver condiviso con noi la sua esperienza, le auguriamo già da ora Buona Strada!

Autore: Letizia Trevisiol e Maria Paulon

SEGUICI SUI SOCIAL

 

       

 

ORATORIO DON BOSCO  - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - Tel. 0421 338911