ORATORIO DON BOSCO - San Donà di Piave

Il primo nucleo salesiano all'Orfanotrofio

Una pagina di storia allo specchio

del 22 giugno 2020

La Proposta Estate Ragazzi 2020 esce dalle mura dell’Oratorio e si riappropria degli spazi che hanno visto partire la prima esperienza salesiana a San Donà.

 

A volte capita che la storia riscriva alcune delle sue pagine più belle. Pagine spesso proiettate sullo sfondo di situazioni sociali ed economiche intrise di profondo disagio. 

Ed ecco che alcuni di questi ricordi, patrimonio della memoria collettiva, possono ripresentarsi come messaggi potenti, attualissimi e provocatori.

Recuperiamoli insieme.

Nel 1928 il dopo guerra stava presentando i suoi conti: mancava il lavoro e il problema educativo si imponeva con urgenza crescente. Molti giovani, reduci di un percorso scolastico frammentato, girovagavano per le strade inoperosi. 

In mancanza di una struttura adeguata ad accogliere tutti i ragazzi della vasta parrocchia, i Salesiani accettarono l’offerta dell’arciprete di avviare l’opera usufruendo degli spazi dell’Orfanotrofio, gestito dalle Suore di Maria Bambina, costretti, con sofferenza, a ridurre il loro intervento formativo ad un centinaio di ragazzi o poco meno. 

E’ evidente che ben altre sarebbero state le loro aspettative. Eppure, quel piccolo seme piantato all’Orfanotrofio di “Maria Ausiliatrice”, oggi Casa Saretta, portò nel tempo frutti copiosi.

 

Con le dovute differenze dettate dal mutato quadro storico, alcuni elementi si ripresentano oggi quasi inalterati. Dopo l’emergenza educativa conseguente alla pandemia di Covid, i Salesiani colgono la sfida di avviare l’attività ricreativa estiva aprendo i propri confini per riappropriarsi degli spazi originari.

“L’ispirazione è nata dalla considerazione che siamo parte della Parrocchia del Duomo e ci piaceva l'idea di vivere una esperienza di Oratorio in Uscita in collaborazione con le Suore e il nostro Parroco” attesta il direttore, don Massimo Zagato. Come allora, i Salesiani sono oggi costretti a porre un limite al numero dei partecipanti alla Proposta Estate Ragazzi, che negli anni precedenti rasentava il migliaio. 

Tuttavia la soddisfazione per il percorso intrapreso è tangibile: “Per quanto riguarda il ‘pacchetto iniziale’, che va dal 29 giugno al 17 luglio, siamo riusciti ad accontentare tutte le richieste, continua don Massimo. Speriamo che si allentino alcune restrizioni in modo da poter evadere le domande in esubero relative al secondo periodo”.

Al quesito che va a sondare il giudizio delle suore circa il modello dell’oratorio oltre i confini, risponde: “Le Suore hanno acconsentito all'iniziativa con disponibilità e dedizione. Sarà bello sentirsi accolti e custoditi dalla loro presenza cordiale e premurosa”. 

Proprio come in origine. Anche allora le suore non avevano mancato di accostarsi in modo discreto e delicato, come solo una presenza femminile a volte sa fare. Magari semplicemente organizzando una merenda con latte e biscotti o  incoraggiando le bambine da loro seguite - lo ricorda ancor oggi una di loro - a svolgere qualche piccolo servizio che gli orfanelli, affidati ai Salesiani, non sapevano ben fare, come lavare i ruvidi calzettoni di lana.

 

L’esperienza di Oratorio in Uscita di questo speciale 2020 offrirà di certo nuovi benefici. 

“Il vantaggio più grande  - conclude il Direttore - è quello di poter dire di sì anche a bambini e ragazzi che normalmente non frequentano l’oratorio e soprattutto vivere una bella esperienza di Chiesa”.

Ma anche quello di educare a volgere le difficoltà in opportunità. Sappiamo infatti che le difficoltà sono ottimi strumenti di crescita perchè ci incoraggiano a mettere in comune le forze, a pensare a nuove strategie operative, a comprendere che fare il possibile è meglio che abbandonare, specie se il fine è grande  e merita di essere perseguito ad ogni costo.

E non c’è nulla di più importante che restituire ai ragazzi il diritto di stare insieme, di esprimere la loro naturale voglia di gioco, di intessere rapporti di amicizia in ambienti dinamici e propositivi.

Wally Perissinotto

 

 

SEGUICI SUI SOCIAL

 

       

 

ORATORIO DON BOSCO  - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - Tel. 0421 338911