Oratorio don Bosco - San Donà di Piave (VE)           Login                  Chi Siamo     La Nostra Storia     Oratorio     Scuola     Cinema     Contatti

In ricordo di Matteo...

del 13 giugno 2018

L'oratorio, assieme a tutti i gruppi che ne fanno parte, ricorda Matteo Montagner ed esprime la sua vicinanza alla famiglia...

Durante il pomeriggio di sabato scorso, ha perso la vita in un incidente stradale Matteo Montagner, A.D.S per molti anni nonchè aiuto allenatore del Calcio Don Bosco. Una notizia che ha spiazzato tutti e che ad oggi facciamo ancora fatica a interiorizzare. La comunità salesiana dell'oratorio, assieme agli animatori e ai ragazzi che conoscevano Matteo, oltre a tutti gli altri gruppi, lo ricordano nella preghiera ed esprimono la vicinanza a tutta la sua famiglia.

"Guardando l'orizzonte, dove sarà la mia vita". Recita così il post di Facebook da cui è stata tratta quest'immagine. Matteo amava la vita, e come tutti i giovani, era alla ricerca di quell'infinito desiderio di senso che caratterizza un cuore irrequieto perchè desiderante e ardente di Verità. Ci piace ricordarlo nella sua umiltà, in quei silenzi che spesso valgono più delle parole. In certi momenti è difficile dare un senso agli avvenimenti della vita, capire il perchè della scomparsa di un ragazzo tanto giovane. Uniti nella preghiera, ci piace ricordarlo così com'era, giovane, desiderante, pur nelle difficoltà della vita.

I funerali si terranno giovedì 14 giugno presso la chiesa di Passarella alle ore 15. Il Rosario in ricordo di Matteo sarà mercoledì 13 giugno alle ore 20.30 presso l'Oratorio Don Bosco.

 

 

OMELIA DEL FUNERALE

Ogni lacrima che scende, sale su” è una frase di una canzone che a Matteo piaceva molto e che ascoltava volentieri (è dello Zecchino d’Oro e si intitola “Forza Gesù”). Una canzone semplice, un po’ filastrocca, un po’ preghiera, si rivolge direttamente a Gesù: “Tu mi dici cosa mai può fare un bimbo, come può contare, piccolo com'è? Con l'amore penso si può fare tanto! Con il Tuo amore si può sognare e avere un po' di paradiso quaggiù”.

Siamo qui così numerosi per stringerci forte alla sua famiglia (papà Natalino, la mamma Maria, la sorella Laura e ai parenti tutti), per dimostrare il nostro affetto per Matteo, ma soprattutto per ringraziare il Signore per avercelo donato! Un dono che forse non abbiamo saputo cogliere in pienezza, perché troppo grande per le nostre piccole giornate rumorose e caotiche, indaffarate e veloci… solo chi ha saputo guardare oltre ha capito e ha potuto cogliere il dono che è stato Matteo!

Matteo è stato “un po’ di Paradiso quaggiù” con la sua semplicità, la sua presenza discreta, silenziosa, il suo sorriso vero, la sua bontà e gentilezza, l’attenzione per le piccole cose, le cose semplici, come un tramonto, un fiore o accarezzare il suo gattino… “un po’ di Paradiso quaggiù” …

Matteo ci provoca un po’ tutti e ci smuove nel profondo.

Ci provoca la sua umiltà: partendo dal basso, facendo molta gavetta, in silenzio e con determinazione, ha saputo farsi strada nella vita, conquistando stima e fiducia di tutti.

Ci provoca la sua tenacia nel superare le sue piccole e grandi difficoltà, senza lamentarsi troppo!

Ci provoca il suo senso del dovere e della responsabilità dimostrato nel volontariato come nel mondo del lavoro, con la stessa intensità!

Ci provoca con la sua bontà, calma e gentilezza perché ci ha dimostrato che è possibile vivere così, senza imporre per forza le proprie idee… ma con la semplicità e genuinità di un bambino.

Ci provoca il fatto che Matteo ha realizzato il suo sogno, coltivato fin da piccolo, di lavorare in cucina, felice di rendere felici gli altri!

Caro Matteo, sei stato un grande dono di Dio per tutti quelli che hanno avuto la grazia di incontrarti! Perdonaci se non abbiamo saputo coglierlo in pienezza… continua a prenderti cura della tua famiglia e di noi, da dietro le quinte, delicatamente, come hai sempre fatto… ne abbiamo ancora tanto bisogno!

Prenditi cura di noi con la tua preghiera… c’è un altro passaggio bello nella tua canzone preferita, e sembra parli proprio di te e del tuo cuore grande, fa così: “È importante la preghiera di un bambino. È importante perché nel suo cuore ha la bellezza che al Signore dà un sorriso: La bellezza che il mondo salverà!

Ciao Matteo, stai con don Bosco e con San Domenico Savio, ti faranno sentire a casa!

 

Autore: i giovani dell'Oratorio e la comunità salesiana

ORATORIO DON BOSCO
via XIII Martiri, 86
30027 San Donà di Piave (VE)
Tel. 0421 338911

Seguici sui social:

 

       

 

ORATORIO DON BOSCO
via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE)
Tel. 0421 338911