ORATORIO DON BOSCO - San Donà di Piave

Il Natale a Lare!

del 24 dicembre 2019

Gli auguri di Abba Filippo Perin e della sua comunità di Lare, al confine con il Sud Sudan...

 

Carissimi amici, come state?
Spero bene, ormai il Natale è alle porte. Quest’anno festeggeremo due Natali: Lare e’ proprio sul confine con il Sud Sudan e la maggioranza della gente qui festeggia il 25 dicembre, ma per la Chiesa Etiope, visto che seguiamo il calendario degli Ortodossi, il Natale sara’ il 7 gennaio.

E qui come si festeggia Natale? Intanto, essendo l’Etiopia un paese per metà cristiano e per metà musulmano, ci sono feste dall’una e dall’altra parte. Abbiamo festeggiato il 19 ottobre il giorno della nascita del Profeta Maometto: è una festa nazionale, perciò le scuole sono rimaste chiuse, così come i lavoratori sono rimasti a casa. Il 7 gennaio, come vi dicevo, festeggeremo il Natale, ma solo quel giorno: non ci sono vacanze nè prima nè dopo, anche perchè la festa del Capodanno Etiopico è il 10 settembre e non adesso. Inoltre, qui a Lare la citta’ si ferma il 25 dicembre per l’altro Natale.

Che atmosfera c’e’ qui a Natale?
Qui non c’è la neve, nessuno l'ha mai vista, le temperature in questo periodo vanno dai 40 gradi durante il giorno e scendono di notte solo fino a 24.

Qui non esiste Babbo Natale, nessuno sa chi è e che cosa fa in questo periodo, anche perchè pochi hanno i soldi per fare dei regali. Non c’è neppure l’Albero di Natale da addobbare, anche perchè non ci sono alberi da comprare o da togliere e portarsi a casa, la poca legna che c’è viene usata per fare il fuoco e per fare da mangiare, non c’è il gas e la luce.

Il Comune non addobba le vie del villaggio con luci o altre decorazioni perchè non c’è luce e perchè, molto semplicemente, non c’è il Comune come noi generalmente lo intendiamo.

Non esiste il Presepe: qui non hanno la tradizione di fare questa piccola rappresentazione della nascita di Gesù bambino in quanto non c'è muschio e non si vendono le statuine.

Non c’è neppure il cenone della vigilia di Natale. Solo nel giorno di Natale, nella nostra parrocchia dopo la Messa, si mangia assieme un bel piatto di polenta e un pò di carne di mucca, che la sera prima abbiamo preparato e cucinato.

L’unica cosa di cui siamo sicuri è che ci sara’ l’arrivo di Gesù Bambino. Ogni anno Gesù nasce anche qui da noi, come in tutto il mondo, e non solo a Natale, bensì innumerevoli volte nei tantissimi bambini che ci sono qua. Basta saperlo riconoscere.

Un augurio a tutti voi di buon Natale da parte mia e della nostra comunità di Lare perchè possiamo trovare la pace non solo esterna ma soprattutto del cuore con l’arrivo di Gesu’.

Con affetto,
Abba Filippo

SEGUICI SUI SOCIAL

 

       

 

ORATORIO DON BOSCO  - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - Tel. 0421 338911