ORATORIO DON BOSCO - San Donà di Piave

C di Carta, Clan e Camelot

del 29 marzo 2019

Importanti cerimonie per il Clan Camelot: la salita del noviziato e la firma della Carta…

A conclusione della prima parte dell’anno e ad inizio della seconda, abbiamo partecipato ad un’uscita nel week-end del 16/17 marzo con destinazione Conegliano: abbiamo vissuto la cerimonia della salita del noviziato al Clan e la cerimonia della firma della Carta di Clan.

Il sabato pomeriggio ci siamo recati a Collalbrigo con il Clan e il Noviziato del San Donà 3; attraverso un primo gioco, abbiamo ricostruito le due Carte di Clan e le abbiamo poi discusse e confrontate, mettendone in luce analogie e differenze. Abbiamo notato che i punti toccati sono gli stessi in entrambe, ma trattati in modi differenti: la nostra, avendola vissuta, è concreta e incisiva, mentre la loro è più “astratta”; inoltre, uno stesso aspetto è trattato in sezioni diverse (ad esempio, una cosa trattata da noi in fede, da loro è in comunità).

Successivamente abbiamo partecipato alla cerimonia della salita del noviziato al Clan: due ciotole, una per il San Donà 1 e l’altra per il San Donà 3, dove ognuno versava la sua boccetta di sale colorato (preparata in precedenza) a simboleggiare una propria qualità da donare al Clan. Infine, i vari sali sono stati mescolati e ognuno ha di nuovo riempito la sua boccetta con il sale di tutti.

In seguito abbiamo assistito alla S. Messa e, separati nei due Clan, abbiamo raggiunto il luogo di pernotto, per riposarci in vista di un’altra intensa giornata.

Il mattino seguente abbiamo raggiunto il Castello di Susegana, cogliendo l’occasione per fare una passeggiata tra i vigneti. In una piazzola poco dopo il castello, ci siamo fermati per vivere la cerimonia della firma della Carta di Clan; all’inizio il noviziato si è presentato al Clan, raccontandoci il suo percorso (/confrontarsi-con-il-diverso) ed è stato inserito nelle pattuglie.

L’apertura della cerimonia era dedicata al “cos’è la Carta di Clan?” secondo il regolamento metodologico; poi abbiamo letto dal Vangelo il brano riguardante le Vergini: si associava al nostro motto “estote parati”; l'olio era uno strumento per prepararsi, come se fosse la Carta di Clan. Abbiamo poi letto la Carta e proceduto con la firma: “In cerchio ogni rover e scolta, uno alla volta, si avvicinerà al libro dei cuori (dove sono scritte tutte le carte di Clan) ed apporrà la sua firma sulla Carta.” Dopodiché, ad ognuno veniva consegnato un filo di spago con delle perline disposte in modo da formare in codice morse la lettera C di Carta, Clan e Camelot.

Abbiamo concluso con un brano tratto dal libro “la strada verso il successo” di B.P. e con la preghiera del rover e della scolta.

Concludendo il tutto con giochi e pranzo, ci siamo salutati con l’impegno di osservare e mettere in pratica la nostra Carta...” Come rover dovrai ricordare che, varcando le soglie dell’adolescenza verso la virilità, avrai superato lo stadio in cui si impara ad osservare la Legge Scout, ma che ormai dovrai applicarla praticamente usandola come guida alla tua condotta nella vita” B.P.

Autore: Letizia Trevisiol e Maria Paulon

SEGUICI SUI SOCIAL

 

       

 

ORATORIO DON BOSCO  - via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE) - Tel. 0421 338911