ORATORIO DON BOSCO - San Donà di Piave

Alternanza Scuola-Lavoro in Oratorio

del 29 marzo 2017

L’Oratorio Don Bosco, ente abilitato alla collaborazione con le istituzioni scolastiche, conferma la disponibilità ad accogliere progetti di Alternanza Scuola-Lavoro, nell'ambito delle proprie numerose attività.

Una delle grandi novità dell'ultima riforma scolastica (legge 13 luglio 2015, n.107 recante “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”) è l'alternanza scuola-lavoro: gli studenti delle scuole Secondarie di II Grado, devono svolgere nel triennio finale un percorso per favorire il proprio orientamento e valorizzando le aspirazioni e gli interessi personali, in rapporto con gli enti locali e con le diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti nel territorio. Il percorso prevede 400 ore per gli istituti tecnici e professionali e di almeno 200 ore nei licei, che possono svolgersi sia durante l’anno scolastico, che durante la pausa estiva.

L’Oratorio Don Bosco, ente del nostro territorio di indubbio valore educativo e sociale, che giuridicamente rientra tra gli enti che possono collaborare con le istituzioni scolastiche, intende offrire la sua collaborazione affinché l'esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro possa attuarsi anche nell’ambito delle nostre attività. Siamo infatti a disposizione per creare assieme dei progetti formativi individuali che possano favorire la crescita umana, culturale e professionale dei vostri allievi.

Gli ambiti di intervento già in essere, proposti per l’inserimento dei giovani sono i seguenti:

Progetto

Periodo

Tempistica

Tot. Ore minimo

Dopo la Campanella

Inverno

26 settimane

da Ottobre a Maggio

1 pomeriggio alla settimana, 14:30-17:30

78

Proposta Estate Ragazzi

(compresi i corsi animatori)

5 settimane

tra Giugno e Luglio

5 giorni alla settimana

9:00-12:00 / 15:00-18:00

150

Dopo la Campanella

Estate

3 settimane

tra Luglio e Agosto

4 giorni alla settimana

9:00-12:00 / 14:30-17:30

72

Dopo la Campanella

fine estate

1 settimana

a Settembre

5 mattine

9:00- 12:00

15

 

Tuttavia anche altri progetti possono essere svolti in vari ambiti tipicamente oratoriani:

teatrale: recitazione, scenografia, service audio-luci, affiancamento di regia;

- cinematografico: addetto di frontoffice alla vendita e relazione con il pubblico, marketing e promozione, operatore cinematografico, progettazione e presentazione rassegne cinema d'autore;

- musicale: canto, strumenti (soprattutto fiati, a corda e percussioni);

- sportivo: soprattutto calcio, ma anche Volley, Pallamano, Basket e TaeKwonDo, Rugby Touch, ecc... durante la Proposta Estate Ragazzi;

- informatico: sito, social network;

- amministrativo: segreteria, portineria, amministrazione;

- turistico-ristorativo: cucina per mensa scolastica-aziendale, bar, casa per ferie (alpino e marino);

- associazionismo e volontariato sociale.

 

Tali attività possono essere collocate nell’ambito delle iniziative di potenziamento dell'offerta formativa e delle attività progettuali per il raggiungimento degli obiettivi formativi inerenti le competenze chiave di cittadinanza, ossia quelle competenze volte a favorire il pieno sviluppo della persona nella costruzione del sé, corrette e significative relazioni con gli altri e una positiva interazione con la realtà naturale e sociale:

1. Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazione e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.

2. Progettare: elaborare e realizzare progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e di lavoro, utilizzando le conoscenze apprese per stabilire obiettivi significativi e realistici e le relative priorità, valutando i vincoli e le possibilità esistenti, definendo strategie di azione e verificando i risultati raggiunti.

3. Comunicare: comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali). Rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

4. Collaborare e partecipare: interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.

5. Agire in modo autonomo e responsabile: sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al suo interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.

6. Risolvere problemi: affrontare situazioni problematiche costruendo e verificando ipotesi, individuando le fonti e le risorse adeguate, raccogliendo e valutando i dati, proponendo soluzioni utilizzando, secondo il tipo di problema, contenuti e metodi delle diverse discipline.

7. Individuare collegamenti e relazioni: individuare e rappresentare, elaborando argomentazioni coerenti, collegamenti e relazioni tra fenomeni, eventi e concetti diversi, anche appartenenti a diversi ambiti disciplinari, e lontani nello spazio e nel tempo, cogliendone la natura sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabilistica.

8. Acquisire ed interpretare l’informazione: acquisire ed interpretare criticamente informazione ricevuta nei diversi ambiti ed attraverso diversi strumenti comunicativi, valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

L’Oratorio garantisce la presenza di un tutor,  il dott. Andrea Pasqualetto (cell. 3289190785 - a.pasqualetto@cnos-fap.it) a cui vengono delegati i seguenti compiti:

  • garantire la documentazione delle presenze e delle attività svolte;
  • assumere il ruolo di interlocutore nei confronti del candidato, della sua famiglia e dell’eventuale tutor scolastico;
  • coordinare tutti i soggetti coinvolti nella formazione in vista del raggiungimento degli obiettivi specificati dal progetto formativo;
  • raccogliere le informazioni necessarie per formalizzare un giudizio sulle competenze acquisite dal candidato durante il corso.

Il tutor è a disposizione per maggiori chiarimenti in merito ed eventuali richieste di convenzione tra scuole e l'Oratorio.

L’attestato finale di partecipazione verrà accompagnato da un certificato di valutazione del percorso formativo e di accertamento delle competenze acquisite.

Per gli allievi frequentanti il triennio della Scuola Secondaria di II Grado, tale attestato può essere presentato in sede di Consiglio di Classe ai fini del riconoscimento del monte ore obbligatorio da realizzare in attività riconducibili a progetti di Alternanza Scuola-Lavoro.

Sarà poi facoltà insindacabile del singolo Consiglio di Classe accogliere il certificato, valutarne la coerenza con le attività di ASL riconosciute nell’ambito del proprio PTOF, acquisirne la valutazione e far rientrare l’attività nel monte ore previsto per le attività di ASL.

In altre parti d'Italia l'esperienza è già partita da un bel pezzo! Leggi l'articolo:

http://scuoladivita.corriere.it/2016/02/08/scuola-lavoro-se-il-don-da-una-mano-ai-prof/

ORATORIO DON BOSCO


via XIII Martiri, 86
30027 San Donà di Piave (VE)
Tel. 0421 338911

Seguici sui social:
 

        

ORATORIO DON BOSCO
via XIII Martiri, 86 - 30027 San Donà di Piave (VE)
Tel. 0421 338911